Ultimi post...

giovedì 17 novembre 2016

AUTORE: Sally Thorne
TITOLO: Ti odio, anzi no ti amo
EDITORE: HarperCollins Italia
 GENERE: Contemporary romance
PAGINE: 381
 
 Lucy Hutton è convinta che l'impiegata modello si becchi, prima o poi, l'ufficio migliore (e relativa promozione). Per questo è servizievole e accomodante, lavoratrice indefessa ma carina e gentile con chiunque. Per questo tutti la amano alla Bexley & Gamin. Tutti tranne il freddo, efficiente, impeccabile e fastidiosamente attraente Joshua Templeman. E il sentimento è reciproco. Costretti a condividere lo stesso cubicolo per 40 ore la settimana, più svariati straordinari che è meglio non quantificare, hanno iniziato a lanciarsi continue e ridicole sfide, in un gioco al rialzo che sembra impossibile da fermare. C'è il Gioco degli Sguardi, il Gioco dello Specchio e nessuno dei due sopporta di perdere. Fino a quando in ufficio si comincia a parlare del Gioco della Grande Promozione. Se Lucy vince, diventerà il capo di Joshua. Se perde... meglio non pensarci. Ma allora, con la sua carriera in ballo, per non parlare dell'orgoglio, perché Lucy comincia a fare sogni sempre più torridi sull'odiato collega? E perché si veste per andare al lavoro come se invece dovesse recarsi a un appuntamento sexy? Dopo che un'innocente corsa in ascensore diventa il teatro di un bacio indimenticabile tra i due, Lucy ha finalmente la sua risposta: forse lei non odia Joshua. E forse nemmeno lui odia lei. Forse è tutto il contrario. Oppure è solo un altro gioco?
 
Buongiorno lettori, il libro di cui vi parlo oggi è "ti odio, anzi no, ti amo" uscito recentemente in libreria. Questa storia mi ha conquistata, i protagonisti, le dinamiche mi hanno fatto passare delle gradevoli ore, permettendomi di staccare la spina e godermi le vicende tra Josh e Lucy.
La trama la si può riassumere brevemente: due colleghi vicini di scrivania che si odiano reciprocamente, tanto da inventarsi piccoli giochini per mettersi in difficoltà, come guardarsi fino al cedimento di uno dei due o cercare di scoprire segreti e paure da poter utilizzare l'uno contro l'altra. Il cambiamento che li porterà a confrontarsi e a sotterrare l'ascia di guerra sarà una promozione, indetta dall'ufficio per cui lavorano, riguardante un posto di grande responsabilità all'interno dell'azienda. Attraverso battibecchi, gelosie, giochi, puffi e tenerezze si svilupperà una storia d'amore dolcissima e delicata che porterà Lucy e Josh a rivalutare le proprie priorità e a fare chiarezza su tutto quell'odio che per anni li ha accompagnati.
Penso che la forza di questo romanzo, più che la trama, siano stati i personaggi, entrambi caratterialmente forti e mai pronti a cedere per primi il passo all'altro. Lucy è una persona che si sente molto sola, lontano da casa e dai suo affetti, comportandosi sempre in maniera gentile ha cercato per anni di conquistare le altre persone, permettendo a queste di approfittarne. Nel rapporto con Josh lei fa uscire la parte peggiore, ma anche la più vera di sè, risponde a tono, cerca sempre di aver ragione in un continuo scontro fatto di battute e sarcasmo che le permetterà nel corso della storia  di recuperare la sua vera personalità. Ho adorato la sua ossessione per i puffi da collezione o per i vestitini vintage, l'ho apprezzata ancora di più quando resasi conto di un sentimento ancora accennato, ha dimostrato la sua parte più dolce prendendosi cura di un protagonista chiuso e burbero.
Josh, nonostante Lucy mi sia davvero piaciuta, rimane il personaggio migliore dell'intero libro, mai troppo dolce ma  burbero e misterioso  sarà in grado di suscitare non solo la curiosità della spigolosa protagonista ma anche del lettore. Odiato dal padre che lo voleva medico, come richiedeva la tradizione di famiglia, ha deciso di studiare economia, questo l'ha reso insicuro e molto timido, Lucy riuscirà a far cadere la sua maschera mettendo in luce aspetti di un carattere insospettabilmente ironico e ilare. Josh si farà amare, non sarà il personaggio dai gesti teatrali, ma anzi, seminerà vari indizi che porteranno a capire quali siano i suoi reali sentimenti e cosa nasconda il suo cuore. 
La storia si sviluppa in fretta e per quanto le pagine non siano poche permette al lettore di arrivare all'epilogo velocemente portandosi a chiederne ancora. I personaggi mai banali, ma reali permettono
d' immedesimarsi e di essere solidali con loro, senza mai stancare o annoiare.
Avremo risate, ma anche lacrime e rabbia in un mix di sensazioni che renderanno questo libro una ventata di aria fresca,o una coperta calda in una serata d'autunno.

[ «Rimani qui su con me un momento.»
«Perché diavolo dovrei?» Cerco di scivolare verso il basso, ma mi serra la vita e mi preme contro la parete dell'ascensore. Gli stringo una spalla e giungo alla conclusione che ha un corpo esageratamente muscoloso nascosto sotto quelle camicie da Clark Kent.
«Per la miseria.» La sua clavicola sembra un piede di porco d'acciaio. Dico la prima stupidaggine che mi viene in mente. «Sei tutto muscoli e ossa.»
«Grazie.»
Siamo entrambi senza fiato. Quando premo la mia gamba contro di lui per tenermi in equilibrio, mi agguanta un polpaccio. Mi prende poi la mascella con l'altra mano, facendomi reclinare la testa
all'indietro. Rimango in attesa dell'inevitabile. Da un momento all'altro, il suo palmo caldo mi strizzerà il collo e comincerò a soffocare. Naso contro naso. Respiro contro respiro. Mi passa un dito dietro
l'orecchio e rabbrividisco quando inizia a farlo scivolare verso il basso.
«Crostatina.» Quando il suono di questa parola si dissolve, deglutisco. «Non ho intenzione
di ucciderti. Sei così melodrammatica a volte.» Quindi preme leggermente le sue labbra sulle mie.
Rimaniamo entrambi con gli occhi aperti. Ci fissiamo come sempre, più vicini di quanto non lo siamo mai stati. Sottili anelli blu scuro gli colorano le iridi. Abbassa le ciglia e mi guarda come se volesse rimproverarmi di qualcosa. Mi morde delicatamente il labbro inferiore, facendomi venire la pelle d'oca.]
Lo stile dell'autrice è semplice, fresco e mai ripetitivo, una narrazione fatta di molti dialoghi e poche descrizioni che hanno permesso al lettore di focalizzarsi sul carattere di ogni personaggio. Come potete vedere il libro mi è davvero piaciuto, se state passando un periodo non proprio sereno, se avete bisogno di staccare la spina dopo una giornata di lavoro è il libro che fa per voi, io non posso fare altro che consigliarlo e spronarvi ad acquistarlo perchè ne varrà sicuramente la pena.


GIUDIZIO: 4 AUDREY (promossi e  consigliati) 
MOMENTO MUSICALE: 
 
 La canzone scelta  è:

Luca Dirisio "Fragole, ciliegie e miele"  di parla di fragole, di romanticismo quindi questa canzone sembra scritta per questo libro, vi invito ad ascoltarla e a immergervi nelle vicende di questi due simpatici e problematici protagonisti.
Spero di avervi fatto compagnia , buona serata lettori.

5 commenti:

  1. Wow! Hai incuriosito anche me :) Curiosa, inoltre, di conoscere il tuo parere sul romanzo che hai in lettura ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sto aspettando il tuo su "black friars" :*

      Elimina
  2. Avevo già in mente di leggere questo libro, ma la tua recensione ma ha incuriosita ancora di più! Mi piace molto leggere di queste donne forti e determinate e tu hai reso molto bene, con le tue parole, i due protagonisti.
    A presto!

    RispondiElimina